16 Migliori Cose da Fare nell’Isola di Corfù (Grecia)

Questo post è disponibile anche in:francese

Corfù si trova all’estremo nord-ovest della Grecia, appena fuori dalla costa del confine con l’Albania. Insieme alle sue piccole isole circostanti, è la seconda isola ionica per grandezza. Nella storia, Corfù fu il luogo in cui un naufrago, Ulisse, cercò rifugio dalle tempeste e dove altri viaggiatori hanno riposato. La sua costa lussureggiante, le sue colline verdeggianti e le sue baie scintillanti hanno attirato i visitatori fin dall’VIII secolo a.C.

Corfù occupa una posizione di importanza strategica ed è stata contesa per secoli. La città di Corfù è l’unica città greca i cui castelli circondano la città, e una delle poche ad aver tenuto testa agli Ottomani. Invece di soccombere all’invasione ottomana, Corfù è rimasta in mani veneziane, il che le conferisce un’atmosfera molto diversa da quella di altre isole greche.

Disclaimer: questo post contiene link di affiliazione. Ciò significa che se cliccate su alcuni link e successivamente acquistate un prodotto, riceverò una piccola commissione.

Tabella dei contenuti

Guida alle migliori cose da fare a Corfù

me in canal d’amour

Con abbondanti rovine, dall’antichità all’era moderna, villaggi affascinanti, spiagge dorate sullo sfondo di un mare turchese, e la calda ospitalità greca, c’è molto da vedere e da fare a Corfù. Ecco alcune cose divertenti e interessanti da fare.

1. Il Palazzo Achilleion

Il Palazzo Achilleion fu costruito nel 1890 dall’imperatrice austriaca Elisabetta, conosciuta anche come Sisi, dopo la morte del suo unico figlio. Fu progettato per rappresentare un antico palazzo fenicio, con colonnati e sculture intorno al terreno e dedicato al dio greco Achille.

Il giardino imperiale ha una vista eccezionale sulle valli circostanti e sul Mar Ionio. La sua storia è varia: dopo la morte di Sisi, la tenuta passò a sua figlia, che la vendette al Kaiser tedesco. Durante la prima guerra mondiale, fu un ospedale militare, poi passò allo stato greco e divenne un orfanotrofio. Nella seconda guerra mondiale, fu un quartier generale militare per le potenze dell’Asse.

2. Mon Repos

Il piccolo palazzo di Mon Repos era un tempo la residenza estiva di un ufficiale britannico e della sua moglie corfiota. Rimase in mani britanniche per un po’ prima di essere donata alla famiglia reale greca. Il principe Filippo, duca di Edimburgo, e la principessa Alexia di Grecia e Danimarca sono entrambi nati a Mon Repos. Oggi, il palazzo è il museo archeologico statale.

3. Kanoni e Pontikonisi

Kanoni, una piccola parte della città di Corfù, è un luogo popolare per la fotografia. Prende il nome dal cannone in cima alla collina; alla base della collina si trova l’affascinante chiesa di Panagia Vlacherna. Pontikonisi, o isola dei topi, è a cinque minuti di barca dalla costa. Le barche corrono regolarmente verso questa piccola isola, che ospita la chiesa di Pantokrator.

4. Angelokastro

Angelokastro, o Castello dell’Angelo, è un castello bizantino situato in cima ad una delle cime più alte di Corfù. Considerato una delle più importanti rovine bizantine dell’isola, le sue mura torreggianti e la fortezza ad anello sono riuscite a respingere i turchi ottomani nel loro tentativo di invasione. Angelokastro si trova all’estremo nord-ovest dell’isola, vicino alla città di Palaiokastritsa.

5. Una gita di un giorno a Paxos e Antipaxos

Isola di Antipaxos

Fate una crociera di un giorno da Corfù a sud verso le piccole isole di Paxos e Antipaxos. Queste due isole, considerate le gemme dello Ionio, sono famose per le loro grotte blu, i villaggi di pescatori e le acque cristalline. La maggior parte delle crociere di un giorno offrono il nuoto o lo snorkeling, così come il tempo a terra nella città di Gaios su Paxos.

Controlla qui per maggiori informazioni e per prenotare la tua crociera di un giorno.

6. Controlla la Vecchia Fortezza

La Vecchia Fortezza di Corfù è una delle attrazioni più popolari della città. Si trova sull’Acropoli che si trova sulla penisola vicino alla città di epoca bizantina. La Fortezza Vecchia fu costruita dai Veneziani all’inizio del XV secolo fino al XVIII secolo, anche se nessuno di quegli edifici è rimasto. Ciò che attualmente si trova all’interno delle mura del castello fu costruito dagli inglesi più tardi. Ci sono ampie gallerie sotto le robuste e spesse mura del castello.

7. Fortezza Nuova

La Fortezza Nuova, al contrario, è molto più piccola e non aveva abitazioni al suo interno. Fu costruita meno di due secoli dopo l’iniziale costruzione veneziana della Fortezza Vecchia. Il castello consiste di due livelli ed è circondato da un profondo fossato, che ostacolava le invasioni; il castello fu terminato nello stesso periodo delle mura della città.

8. L’isola di Vidos

L’isola di Vidos si trova all’entrata del porto di Corfù ed è famosa soprattutto per la quarantena dei soldati serbi durante la prima guerra mondiale. L’isola di Corfù ospitò molti soldati e civili serbi dopo la loro ritirata dalle forze austro-ungariche, anche se molti moribondi e malati furono tenuti a Vido per evitare epidemie. Oggi, i visitatori possono vedere il mausoleo dedicato ai soldati sull’isola e visitare il museo serbo in città.

9. Piazza Spianada

. Piazza Spianada

Piazza Spianada, che prende il nome dall’italiano spianare (“appiattire”) è la piazza principale della città di Corfù. È anche la più grande piazza della Grecia e risale all’occupazione francese durante le guerre napoleoniche.

Piazza Spianada è il luogo di ritrovo di molti locali ed è circondata da vari monumenti, la Fortezza Vecchia, il Palazzo dei Santi Michele e Giorgio, e i portici francesi sul palazzo veneziano, detto Liston.

10. Chiesa di San Spiridione

Santo Spiridione è il patrono di Corfù, nonostante sia originario di Cipro. Gli si attribuisce il merito di aver salvato l’isola quattro volte da gravi pericoli, da cui la sua designazione come patrono.

La chiesa di San Spiridione fu costruita in stile veneziano negli anni 1580 dopo la distruzione della chiesa privata che ospitava i resti di San Spiridione. I suoi resti furono trasferiti nella nuova chiesa dove giacciono sepolti in una cripta al livello principale.

11. Museo d’Arte Asiatica di Corfù Museo d’Arte Asiatica di Corfù

Il Museo d’Arte Asiatica si trova nel Palazzo di San Michele e San Giorgio. Fu creato all’inizio del 20° secolo dopo che un collezionista locale decise di donare la sua collezione di arte asiatica alla comunità. Vari diplomatici greci hanno anche donato opere d’arte nel corso del 20° secolo, e oggi il museo ospita oltre 10.000 manufatti. Tra la collezione ci sono porcellane cinesi, stampe giapponesi, sculture indiane in bronzo e sculture in legno.

12. Palazzo di San Michele e San Giorgio

Il Palazzo di San Michele e San Giorgio è anche conosciuto come il Palazzo della Città, ed era la sede dell’alto commissario nel 19° secolo, poi una casa per la famiglia reale greca. Si trova su un’estremità della Piazza Spianada e si affaccia sulla piazza. Il palazzo, progettato da Sir George Whitmore, fu il primo edificio in stile neoclassico di tipo Revival greco ad essere costruito in Grecia. Ci sono vasti giardini, che si affacciano sulla vecchia fortezza veneziana e includono bagni naturali vicino al mare. Il Palazzo ora ospita il Museo di Arte Asiatica e un piccolo caffè.

13. Passeggiata sotto il Liston

Il Liston è il nome dei bei colonnati francesi che costeggiano la piazza Spianada. Fu costruito dai francesi nel 1807 ed è un luogo popolare per i locali e i visitatori per godersi un caffè, un drink o una partita di cricket.

14. Passeggiare nei vicoli

Corfù, come ogni piccolo villaggio medievale, ha la sua parte di vicoli stretti e tortuosi, fiancheggiati da case sgangherate dipinte con colori vivaci, con piccoli caffè che si riversano sulle strade. Durante una visita alla città di Corfù, un visitatore dovrebbe passare del tempo ad esplorare questi vicoli, catturando le minuzie della vita quotidiana a Corfù.

15. Dirigetevi verso le spiagge

Una lista di cosa fare su un’isola greca non sarebbe completa senza una lista di alcune delle migliori spiagge! Eccone alcune da aggiungere alla tua lista.

Canal d’Amour

La spiaggia di Canal d’Amour si trova vicino alla città di Sidari, sul lato nord-ovest di Corfù. È una piccola insenatura che prende il nome dallo stretto canale tra le rocce che porta al mare. La tradizione dice che le coppie che nuotano attraverso l’apertura si sposeranno entro l’anno.

Paleokastritsa

Paleokastritsa è una popolare località balneare sulla costa occidentale dell’isola. È nota per le immersioni e lo snorkeling, nonché per i resort, le taverne e i negozi sul lungomare. Paleokastritsa ha anche un famoso monastero ai margini della città che ospita una collezione varia di manufatti post-bizantini.

Glyfada

Glyfada è un ottimo esempio di spiaggia ampia e sabbiosa a Corfù! È molto popolare tra i giovani e non è molto tranquilla. A differenza di altre spiagge, ha lettini e ombrelloni. L’area circostante – alberi rigogliosi, affioramenti rocciosi e acque turchesi – la rende una delle spiagge più scenografiche di Corfù.

Issos

La spiaggia di Issos è adiacente al famoso lago di Korission. È anche circondata da dune di sabbia e da una flora unica, che separano il lago dal litorale. Issos è una grande spiaggia per famiglie e offre servizi come lettini, ombrelloni e un centro di sport acquatici. A causa dei venti forti su questa costa, Issos è un luogo popolare per il kitesurf e il windboarding.

Controlla qui le migliori spiagge dell’isola di Corfù, Grecia.

16. Prova la cucina tradizionale

Naturalmente, i visitatori di Corfù possono trovare cibi tradizionali greci e italiani, ma ci sono alcuni piatti tradizionali di Corfù che bisogna provare.

Sofrito

Sofrito è carne di vitello cotta lentamente in salsa di vino, con aglio e pepe bianco. Viene spesso servito con riso o purè di patate.

Pastitsada

La Pastitsada tradizionale è fatta con il gallo, ma più comunemente è fatta con carne di vitello o pollo. La carne viene cucinata con pomodori freschi, vino, cipolle e chiodi di garofano, cannella e pimento. Si serve con pasta o patate, di solito in casseruola.

Bourdeto

Bourdeto è pesce di roccia cucinato in salsa di pomodoro con cipolle, aglio e peperoncino piccante. Il miglior pesce per il bourdeto è lo scorfano, ma si usano anche la murena e la canocchia.

Kumquat

Kumquat è un agrume che i corfioti usano per fare liquori, marmellate e dolci. Un kumquat, tradizionalmente proveniente dalla Cina, assomiglia ad una piccola arancia e fu portato sull’isola nel 1846 e da allora è stato coltivato qui. L’uso più comune è quello di fare un liquore che si può comprare quasi ovunque sull’isola.

Guida pratica all’isola di Corfù

Il periodo migliore per visitare Corfù

Corfù, come la maggior parte delle isole greche, è aperta al turismo dalla primavera al tardo autunno, con la maggior parte degli hotel, appartamenti e taverne che aprono alla fine di marzo e chiudono verso la fine di ottobre. Il tempo nella prima parte della stagione può essere piuttosto variabile e può sembrare fresco e umido all’inizio di marzo e in aprile.

Il tempo migliore inizia intorno a maggio, con temperature medie giornaliere tra la fine degli anni ’10 e l’inizio degli anni ’20, che salgono fino agli anni ’20 e ’30 in luglio e agosto. Naturalmente, con le temperature estive e le vacanze scolastiche c’è un aumento dei prezzi e della folla, quindi questo è qualcosa da considerare se si sta pensando di visitare Corfù in estate.

Se si vuole veramente immergersi nella cultura tradizionale greca, si può pensare di visitare Corfù per uno dei tanti festival. Forse le più grandi celebrazioni sull’isola sono nei giorni che precedono la Pasqua greco-ortodossa, con sfilate, concerti, fuochi d’artificio, serate di poesia, spettacoli corali e il preferito dalle famiglie, la pittura delle uova. Queste tradizioni sono piuttosto spettacolari e se vi capita di essere a Corfù in questo periodo sono da non perdere!

Come arrivare a Corfù

Ci sono voli diretti durante la stagione estiva da tutte le principali città europee e da Atene tutto l’anno.

In alternativa, si può prendere il traghetto per Corfù dalla città di Patrasso nella Grecia occidentale (durata del viaggio tra 6 e 7 ore) o dalla città di Igoumenitsa sempre nella Grecia occidentale. Da Igoumenitsa il viaggio dura tra 1 ora e 30 minuti e 2 ore. Si può raggiungere la città di Patrasso o Igoumenitsa sia con l’autobus pubblico (ktel) che con un’auto a noleggio.

Infine, Corfù è anche molto ben collegata all’Italia con il traghetto.

Clicca qui per gli orari dei traghetti e per prenotare i tuoi biglietti.

Come arrivare da e per l’aeroporto di Corfù

Ci sono tre modi per arrivare dall’aeroporto di Corfù alla vostra destinazione sull’isola.

In autobus: C’è un autobus pubblico (n. 15) che va in città e al porto. Si ferma anche alla stazione degli autobus Intercity. Da lì puoi prendere un altro autobus per raggiungere la tua destinazione finale sull’isola. Per maggiori informazioni controlla qui.

In taxi: Ci sono molti taxi all’aeroporto che possono portarvi ovunque sull’isola.

Con un trasferimento privato – Welcome Pick-Ups: Puoi prenotare e pagare in anticipo la tua auto online. Un autista professionista di lingua inglese vi aspetterà all’aeroporto con un cartello con il vostro nome, una bottiglia d’acqua e la mappa dell’isola. I Welcome Pick-Up costano esattamente quanto un normale taxi, ma ti danno la tranquillità. Una corsa dall’aeroporto al porto o al centro città costa 15 € durante il giorno 05:00 – 24:00 e 20 € durante la notte 00:00 – 05:00. Una corsa dall’aeroporto a Kavos dura circa 60 minuti e costa 91€ (fino a 4 persone che condividono un’auto).

Clicca qui per maggiori informazioni e per prenotare il tuo trasferimento privato.

Dove alloggiare a Corfù

Sono stato a Corfù molte volte e ho alloggiato a casa di un amico a Corfù città. Nella mia recente visita, siamo stati al Marbella Corfu.

MarBella Corfu

È un resort 5 stelle lusso sulla spiaggia situato ad Agios Ioannis Peristeron, a sud della città di Corfù. Il resort vanta più di 380 camere, 2 piscine, una spiaggia privata, un club per bambini, una spa, 10 ristoranti e bar e bellissimi giardini. Avevamo una junior suite con piscina privata con vista sul giardino. Il personale era molto accogliente e cordiale. L’hotel è anche un ottimo posto per esplorare l’isola.

Clicca qui per leggere di più sul mio soggiorno al MarBella Corfu.

Per essere un’isola greca così piccola, Corfù ha molto da fare! La sua posizione sul lato occidentale della Grecia la rende facilmente accessibile da Atene o dall’Italia. Con una storia diversa da qualsiasi altra isola greca e una forte eredità veneziana, i visitatori troveranno a Corfù un’esperienza unica e una calda ospitalità.

Sei stato a Corfù?

Sharing is caring!

595shares
  • Share
  • Tweet
  • Pin595
  • Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *