9 segni che sei un pensatore astratto – The Uncommon Way

Sei un pensatore astratto?

E cosa significa, esattamente? Significa che i tuoi pensieri assomigliano a un Picasso?

Ahem. Beh, forse un po’. Ma più tardi ….

La verità è che tutti noi utilizziamo sia forme concrete che astratte di pensiero a seconda della situazione. È solo che la maggior parte delle persone gravita naturalmente verso uno stile dominante e preferito. E questo fa una grande differenza nel modo in cui si è nella vita.

I pensatori concreti sono più a loro agio nel qui e ora, con ciò che possono testimoniare e dimostrare in modo dimostrabile. Vogliono conoscere i passi esatti e spesso hanno poca pazienza con i cambiamenti di piano o le nuove idee. Non gli piace quando devono cercare di leggere tra le righe, o quando le istruzioni sono ambigue.

I pensatori astratti non possono fare a meno di pensare a come tutto sia collegato al quadro generale. Qual è il significato più profondo, quali sono le tendenze e i modelli, quali sono le possibilità? Fanno rapidamente associazioni interdisciplinari e sono a loro agio con la metafora e il sottotesto. E se hanno una certa familiarità di base con un argomento, preferiscono ricevere linee guida generali piuttosto che istruzioni passo dopo passo.

Quindi forse non è troppo azzardato dire che i pensieri di un pensatore concreto sono più fotorealistici mentre un pensatore astratto è più cubista.

Posto in un altro modo:

Immaginate che un pensatore concreto e un pensatore astratto partecipino entrambi a un webinar sulla generazione di engagement su Facebook.

Un pensatore concreto potrebbe concentrarsi sulle tattiche esatte che hanno dimostrato di funzionare per altri.

Un pensatore astratto potrebbe essere più interessato a ciò che queste tattiche dicono sulla natura umana e come le lezioni possono essere applicate a tutti gli aspetti dell’interazione umana nel business (e oltre) per motivare, ispirare e creare connessione.

Ecco un altro esempio. Quando le persone frequentano per la prima volta le lezioni di yoga, passano molto tempo a concentrarsi sulla tecnica esatta delle pose e della respirazione. Vogliono ottenere tutto esattamente “giusto”.

Solo più tardi la maggior parte delle persone inizierà a rendersi conto di quanto le lezioni si applichino alla vita in generale – consapevolezza, non reazione, accettazione dei propri limiti e sfida sicura dei propri limiti. Mentre è un ottimo modo per esercitare il corpo, le posizioni dello yoga sono prima di tutto un modo per concretizzare i concetti più astratti della filosofia yogica.

Ok. Senza ulteriori spiegazioni, ecco 9 segni che sei un pensatore astratto:

1) Dopo aver sentito una nuova curiosità, ti ritrovi a pensare a come qualcosa di completamente diverso potrebbe essere collegato a ciò che hai imparato.
2) Hai presente quei bambini che continuano a chiedere: “Perché?”. Non hanno niente contro di te. Ignori gli occhi al cielo e non smetti di fare domande finché non sei soddisfatto.
3) I manuali d’istruzione possono andare bene la prima volta, ma dopo dai per scontato che i principi si applichino a tutte le attrezzature simili.
4) Sei più interessato all’intento dietro le regole che alla lettera della legge.
5) Hai problemi a ricordare dettagli storici precisi, ma puoi parlare delle tendenze generali.
6) Passi il tempo a pensare alle Grandi Domande. Qual è il significato della vita? Qual è la natura della coscienza? Perché?
7) Se qualcuno vuole motivarti, deve dirti perché è importante, e non solo come farlo.
8) Infatti, non dirti come farlo. Tu vuoi solo l’obiettivo e magari qualche linea guida minima, e tu farai il resto. Le istruzioni passo dopo passo ti fanno sbadigliare.
9) Ti annoi con la routine. Tendete a cercare nuovi modi di fare le cose, e non vi dispiace cambiare rotta se questo può fornire un risultato migliore.

Entrambi i tipi di pensatori hanno più facilità di altri, e sono più adatti a certi compiti che ad altri. Ne parlerò meglio in futuro.

Jenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *