Escursioni in Islanda, più l’impatto di COVID-19

Cosa mettere in valigia per le escursioni in Islanda

Le escursioni in Islanda, come in qualsiasi altro posto, richiedono previdenza, preparazione e un po’ di coraggio, tutto prima di partire.

Quanto tempo farete le escursioni? Qualcuno è al corrente dei tuoi piani e qual è il tuo tempo stimato di ritorno? Conosci il numero di telefono dei servizi di emergenza islandesi e hai messo in valigia i mezzi per chiamarli?

Gli altipiani islandesi sono un sogno per gli escursionisti. Prova a farti delle domande stupide per immaginare ogni possibile scenario che potrebbe verificarsi e considera se saresti attrezzato per affrontarlo.'s highlands are a dream for hikers.

  • Vedi anche: Cosa mettere in valigia per un viaggio in Islanda

Prima di tutto, dovresti considerare la distanza della tua escursione, valutare la tua forma fisica e stimare quanto tempo pensi che l’escursione ti porterà via. Un metodo semplice per fare questo è quello di fare qualche ricerca di base, sia online che attraverso libri specifici relativi ai sentieri islandesi. Ce ne sono molti sul mercato, facilmente acquistabili in numerosi centri di informazione turistica in tutto il paese.

Le informazioni fornite vi informeranno rapidamente sull’altitudine prevista, il terreno e la durata dell’escursione proposta, dandovi almeno una certa consapevolezza di ciò che vi aspetta. Se sei un fotografo, dovrai anche considerare quale attrezzatura specifica portare con te, soppesando tra il kit più adatto al tuo trekking e quello che puoi fisicamente portare con te.

I paesaggi dell'Islanda sono fantastici da esplorare a piedi. Per esempio, se hai intenzione di percorrere solo un paio di chilometri, non c'è bisogno di nient'altro che la tua macchina fotografica, alcuni strati di vestiti caldi, un paio di stivali robusti e una bottiglia d'acqua.'s landscapes are fantastic to explore on foot.

Nota che la maggior parte delle escursioni in Islanda avrà accesso all’acqua potabile lungo il percorso (anche se non tutte), ed è sicuro bere acqua di sorgente in Islanda, quindi puoi quasi sempre riempire la tua bottiglia lungo il percorso. In questo caso, avrai bisogno di molto di più, compreso un grande zaino in grado di contenere tutte le tue necessità.

  • Vedi anche: I contrasti stagionali dell’Islanda

Anche nella nostra era moderna, le mappe sono estremamente utili e dovrebbero essere una componente essenziale del tuo zaino. Anche se non sembra, è incredibilmente facile perdersi e confondersi nell’aspra e aperta distesa della natura islandese, soprattutto se il tempo cambia in peggio a metà escursione.

Avendo una mappa nella borsa, si fornisce, come minimo, una certa sicurezza quando si tratta di navigare su qualsiasi terreno imprevedibile. È anche utile per orientarsi, pianificare le prossime tappe dell’escursione e decifrare esattamente dove si trovano certe attrazioni.

Avere un itinerario strutturato per la vostra escursione è un modo sicuro per evitare di perdersi.

Ogni escursionista che si rispetti sa che uno dei contributi più importanti al vostro zaino è un kit di pronto soccorso. Questa precauzione è essenziale in Islanda, dove i tratti di natura selvaggia sono vasti e spesso difficili da percorrere per le squadre di soccorso. Se si dovesse subire un infortunio, gli escursionisti dovrebbero chiamare immediatamente il numero di emergenza islandese, il 112.

C’è anche un’applicazione scaricabile che permette ai servizi di emergenza di tracciare la tua posizione sul GPS, rendendo più facile per loro trovarti se fosse necessario un salvataggio. Questa app è disponibile per Android, Windows e iPhone e dovrebbe essere considerata essenziale per l’escursionismo.

E già che siamo in tema di autoconservazione, è fondamentale che tu faccia sapere a qualcuno i tuoi piani prima di partire per la tua escursione. Puoi lasciare il tuo piano di viaggio qui con Safetravel.is in modo che le squadre di ricerca e soccorso islandesi possano reagire rapidamente se succede qualcosa.

  • Vedi anche: Squadre di Ricerca e Salvataggio in Islanda

Pericoli sui sentieri islandesi

Escursione in Islanda, più l'impatto del COVID-19 - video

L’escursionismo in Islanda è sicuro come in qualsiasi altro luogo del pianeta. Tuttavia, questo non diminuisce la necessità di essere consapevoli dei potenziali pericoli mentre si esplora la natura selvaggia.

Si può fare molto per mitigare questo potenziale, assicurandosi di aver imballato tutto ciò di cui si ha bisogno sul sentiero (cioè, kit medico, mappe, vestiti, ecc.) Un escursionista preparato è molto più sicuro di uno che non lo è.

  • Vedi anche: Cose che possono ucciderti in Islanda

Il primo pericolo da menzionare è, naturalmente, quello ovvio: il tempo. Il tempo in Islanda è infamemente imprevedibile; un momento ti stai crogiolando sotto i gloriosi raggi del sole, e quello dopo stai correndo nel rifugio più vicino, con un giornale umido appoggiato sulla testa mentre i chicchi di grandine cadono sulla terra come piccole meteoriti bianche.

Nei comodi e riparati confini della città, un tempo come questo non è un grosso problema, ma fuori, nella natura dei sentieri islandesi, il tempo può causare serie preoccupazioni e persino diventare fatale.

Che si tratti di pioggia che rende il sentiero ingestibile, la nebbia che nasconde il mondo intorno a te, o una bufera di neve in arrivo, il tempo in Islanda è una forza da rispettare. Non tentare di fare un’escursione in condizioni indesiderate; così facendo ti metterai seriamente in pericolo, costringendo i servizi di emergenza a un salvataggio che avrebbe potuto benissimo essere evitato.

Il tempo in Islanda cambia continuamente e può essere distruttivo.

Per le escursioni più lunghe, la disidratazione può essere un problema. Ora, anche se è vero che molti dei fiumi islandesi sono glaciali e quindi potabili, si consiglia comunque di portare con sé bottiglie d’acqua. Informatevi sull’escursione desiderata prima di partire per essere consapevoli di quante fonti d’acqua ci sono lungo la strada. Anche la stanchezza può essere un fattore, quindi un buon numero di barrette energetiche è sempre una scommessa sicura per assicurarsi di avere la resistenza necessaria per completare l’escursione.

Quando si tratta del vostro livello di forma fisica, datevi un po’ di margine di manovra su quanto sia impegnativa la vostra escursione. Non sopravvalutate le vostre capacità e non partite per un’escursione di 12 km, per poi rimanere bloccati a metà strada. Uno dei grandi piaceri dell’escursionismo in Islanda è che l’attività in sé è secondaria rispetto alle grandi distese di bellissimi paesaggi. Prenditi il tuo tempo, goditi la passeggiata e assicurati di poter tornare a casa.

E infine… gli animali. Per fortuna, qui non ci sono orsi, gatti selvatici, leoni di montagna o cinghiali di cui preoccuparsi. L’unico mascalzone peloso in cui potresti imbatterti è una volpe artica, ma non c’è quasi nessuna possibilità che tu possa subire danni da un incontro del genere, e probabilmente si disperderà rapidamente. Questo, naturalmente, a meno che tu non inciampi nella sua coda cespugliosa.

I migliori sentieri in Islanda

C'è un numero quasi illimitato di sentieri tra cui scegliere in Islanda. Come accennato in precedenza, ci sono sentieri escursionistici in ogni regione dell'Islanda, e ognuno è tanto unico quanto pittoresco. Questa varietà può rendere la decisione di dove fare la tua gita abbastanza impegnativa in sé.

Alcune persone attraversano addirittura tutto il paese. Un’escursione dalla costa nord dell’Islanda a quella sud richiede circa 18-20 giorni e dovrebbe essere tentata solo da escursionisti esperti. Ricordate, dovrete portare tutta la vostra attrezzatura.

Escursioni molto più brevi, ma ancora considerate lunghe (1-6 giorni), sono più popolari, impegnative per l’escursionista medio, ma gestibili. Tra queste, Laugavegurinn e Fimmvörðuháls sono le escursioni più popolari del paese, ma altre includono le escursioni a Hornstrandir nei fiordi occidentali o Víknaslóðir nei fiordi orientali. Escursioni più brevi di mezza giornata sono possibili in tutto il paese, con diverse opzioni intorno a Reykjavík.

Ogni parco nazionale, e la maggior parte dei campeggi, avrà dei percorsi escursionistici suggeriti nella zona con varie difficoltà. Spesso si possono trovare le migliori informazioni, e le più aggiornate, nei campeggi del paese, quindi assicuratevi di chiedere consigli al personale del vostro campeggio e di esplorare le mappe dei parchi nazionali.

Di seguito, noi di Guide to Iceland abbiamo compilato una lista delle escursioni più popolari del paese, anche se, naturalmente, dove si sceglie di esplorare dipende solo da voi.

Escursioni a Landmannalaugar

Landmannalaugar (“Le piscine del popolo”) è ampiamente considerato come la prima destinazione islandese per le escursioni. Come suggerisce il nome, l’attività geotermica della zona significa che i fiumi e i torrenti di Landmannalaugar sono caldi e perfetti per fare il bagno, il modo ottimale per rilassarsi dopo una giornata di trekking.

Inoltre, la zona delle montagne di riolite è una meraviglia caleidoscopica, tutta arancione, verde, viola e rossa. Le montagne degradano elegantemente come le onde di un oceano multicolore. Questi colori hanno reso Landmannalaugar un must per i fotografi di tutto il mondo. L’altopiano centrale, dove si trova Landmannalaugar, è accessibile solo nei mesi estivi in Islanda, da fine giugno o inizio luglio fino alla fine di settembre, tempo permettendo.

Landmannalaugar è ampiamente considerata la migliore zona per le escursioni in Islanda.

A Landmannalaugar si possono fare tre escursioni principali; la prima è una gita di 2 ore che porta dal campo di lava nero corvino di Laugahraun, di cui Landmannalaugar si trova ai margini, al monte Brennisteinsalda (“Onda di zolfo”).

Brennisteinsalda è un vulcano di 855 m il cui nome deriva dalle grandi macchie di zolfo che punteggiano il fianco della montagna. Grazie al rosso del ferro, al blu scuro della cenere vulcanica e al verde del muschio, Brennisteinsalda è considerata la montagna più colorata d’Islanda.

  • Vedi anche: I 5 migliori posti da visitare negli altipiani d’Islanda

La seconda escursione disponibile è quella alla cima di 940 m del monte Bláhnjúkur (“Picco Blu”). Durante l’escursione di un’ora, sarai impressionato dai neri e dai blu scuri delle colate di lava circostanti e dalla cenere depositata. La montagna si trova accanto a Brennisteinsalda e, nelle giornate limpide, dalla sua cima si possono osservare cinque diversi ghiacciai, un must assoluto per gli appassionati di fotografia del paesaggio.

Landmannalaugar è uno dei migliori posti al mondo per gli escursionisti.

Infine, gli escursionisti hanno la possibilità di fare un trekking di 4 ore fino al lago cratere Ljótipollur, conosciuto in inglese come “Ugly Puddle”. Non lasciate che il nome vi scoraggi, però, perché questa escursione dimostra in modo completo la sconcertante diversità del paesaggio di Landmannalaugar. Il nome è un disservizio alla “pozza” stessa; questo lago profondo, bello e pieno di trote è circondato da argini rossi in pendenza, in netto contrasto con la ghiaia scura che lo circonda.

Laugavegur & Sentieri escursionistici di Fimmvörðuháls

Landmannalaugar è una popolare area escursionistica in Islanda, con le sue montagne multicolori

I percorsi escursionistici più popolari in Islanda possono essere fatti separatamente, oppure possono essere collegati. Tra Landmannalaugar e Þórsmörk c’è l’escursione chiamata Laugavegurinn, che prende il nome dalla strada principale di Reykjavik. Tra Þórsmörk e Skógar c’è l’escursione chiamata Fimmvörðuháls, o Five Cairn Neck.

Sul Laugavegurinn non ci sono negozi di souvenir, bar e caffè, negozi di abbigliamento o gallerie, ma solo paesaggi spettacolari. Questa denominazione potrebbe confondere gli ospiti dell’isola; quelli che si fidano ciecamente del loro navigatore satellitare potrebbero ritrovarsi a guidare verso le Highlands centrali quando, in realtà, dovrebbero recarsi in un hotel del centro città.

Ma se è l’escursione che cerchi, allora decidi da che parte vuoi andare e raggiungi in autobus Landmannalaugar o Þórsmörk per iniziare la tua escursione di 55 km (34 miglia). Tradizionalmente, il percorso richiede 2-4 giorni con pernottamento nei rifugi Hrafntinnusker, Hvanngil, Emstrur e Álftavatn. Ci sono anche rifugi all’inizio e alla fine dell’escursione, a Landmannalaugar e Þórsmörk. Se non hai prenotato un rifugio in anticipo, è anche possibile accamparsi presso i rifugi (ma dovrai portare la tua tenda).

Thorsmork segna la fine del sentiero Laugavegur.

Se 55 km non sono abbastanza lunghi per te, e hai ancora sete, allora puoi estendere l’escursione di un altro giorno aggiungendo il sentiero Fimmvörðuháls. È una zona incredibilmente pittoresca tra i ghiacciai Eyjafjallajökull e Mýrdalsjökull. Il percorso inizia da Þórsmörk, continuando per 22 km (14 miglia) passando per innumerevoli cascate, lastre di ghiaccio e fessure vulcaniche fino a Skógar.

Se hai intenzione di fare solo l’escursione Fimmvörðuháls, ma non Laugavegurinn, allora è più comune iniziare a Skógar e finire a Þórsmörk. L’intera escursione dura circa 10-12 ore, e alcune persone decidono di farla in due giorni, trascorrendo una notte in una baita lungo il percorso.

Gli escursionisti che percorrono il Fimmvörðuháls saliranno fino a 1.000 metri per raggiungere la fine del sentiero.

Prenota i tuoi rifugi attraverso l’Iceland Tour Association e ottieni un passaporto per escursionisti d’alta quota qui per un facile viaggio da e per le località di partenza e di arrivo.

O se guidi tu, puoi lasciare la tua auto a Hvolsvöllur e saltare su un tour di un giorno a Þórsmörk su una super jeep, perché dovrai attraversare alcuni fiumi seri e incanalati per arrivarci. Poi goditi la giornata facendo brevi escursioni a Þórsmörk.

  • Vedi anche: Escursioni nella valle di Thorsmork | Super Jeep Tour.

Riserva naturale di Hornstrandir nei Fiordi occidentali

Hornstrandir, nei Fiordi occidentali, è probabilmente la regione più remota d'Islanda.'s most remote region.Foto da Wikimedia, Creative Commons, foto di Mickaël Delcey

  • Vedi anche: I fiordi occidentali dell’Islanda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *