Impara su… Nasturzio

03 Feb Impara su… Nasturzio

Posted at 10:39hin Coltiva il tuo, Impara su…byApeace

nasturzio-foglie-texture-520x777-4013456
“Learn About…” è un post ricorrente dove esamineremo erbe meno note, verdi, ecc, e discuteremo della loro origine, dei benefici per la salute e di tutto ciò che c’è in mezzo!
leaves-2892341
La lingua inglese è divertente. A volte usiamo la stessa parola per cose completamente diverse; sai, solo per rendere le cose un po’ più confuse.
Questo è il caso del nasturzio. Nasturtium può riferirsi al genere di pianta, che è il genere di sette specie di piante nella famiglia delle Brassicaceae. Il nasturzio che ci interessa è il Tropaeolaceae, che è comunemente noto come nasturzio.
È anche il genere di quasi 80 specie di piante da fiore, alcune delle quali possono sopravvivere all’inverno ad altitudini di 10.000 piedi e oltre!
Le piante di nasturzio sono meglio conosciute per i loro fiori gialli, arancioni e rossi intensamente brillanti, ma le loro foglie rotonde e rigogliose sono anche commestibili e incredibilmente deliziose.
La pianta arrivò per la prima volta in Spagna nel 1569 grazie al botanico spagnolo Nicolás Monardes, che scrisse estesamente su tutte le piante e gli animali che scoprì durante il suo viaggio in Sud America. Il nome Tropaeolum majus fu dato alla pianta dal botanico svedese Carl Linnaeus.
Linnaeus li chiamò così perché i petali vibranti gli ricordavano un antico cliente romano, dove si mettevano pali da trofeo (tropaeum, che deriva dalla parola greca tropaion) su cui venivano appese le armature e le armi di coloro che l’esercito romano sconfiggeva. Per Linneo, le foglie sembravano scudi, e i fiori rossi sembravano elmi macchiati di sangue.
nastutiums-6363886

Un tocco di bellezza

Quando si trattava di mangiare queste piante, i nasturzi non venivano consumati fino a quando non furono portati in Oriente, dove venivano mangiati e usati per il tè.
Il nasturzio ha un sapore leggermente pepato con un aroma che ricorda la senape. Per un certo periodo, è stato anche conosciuto come “crescione indiano” a causa del profilo di sapore simile tra il nasturzio e il crescione, e perché sono stati introdotti dalle Americhe (allora conosciute come “Le Indie”).
Oggi, sono un ottimo modo per dare un tocco di colore alle vostre insalate, aggiungendo un pugno brillante. Inoltre, sempre più chef in tutto il mondo li stanno usando per creare piatti d’arte assolutamente stupefacenti. Molte torte nuziali ora sono anche decorate con i nasturzi, dando loro una bella vita.

Non solo un bel viso

Sia le foglie che i petali della pianta di nasturzio sono pieni di nutrimento, contenendo alti livelli di vitamina C. Ha la capacità di migliorare il sistema immunitario, affrontando mal di gola, tosse e raffreddori, così come le infezioni batteriche e fungine.
Queste piante contengono anche alte quantità di manganese, ferro, flavonoidi e beta carotene.
Studi hanno dimostrato che le foglie hanno anche proprietà antibiotiche, e suggeriscono che sono le più efficaci prima della fioritura.
Il nasturzio è usato nella medicina tradizionale, trattando una vasta gamma di malattie e condizioni, come la perdita dei capelli.
Aggiungi un po’ di nasturzio alla tua dieta oggi, sia nel tuo cibo, sia sopra! Il nasturzio è la star dello spettacolo in questa ricetta di baby greens con barbabietole e patate arrostite:
re_flowerrecipes_babygreennasturtium608-4252729

Baby Greens with Roasted Beets and Potatoes

Da Gourmet

Ingredienti
FOR VINAIGRETTE
1 1/2 cucchiaio di dragoncello bianco-aceto di vino bianco al dragoncello
1/4 cucchiaino di senape di Digione
1/2 cucchiaino di sale
1/8 cucchiaino di pepe nero
1/4 di tazza di olio d’oliva
PER L’INSALATA
2 barbabietole medie (1 lb con le verdure; 14 once senza verdure), gambi tagliati a 2 pollici
1 libbra di piccole patate novelle (circa 1 pollice di diametro) o fingerlings (da 1 a 1 1/2 pollici di lunghezza), strofinate bene
1 cucchiaino di olio d’oliva
1/8 cucchiaino di sale
5 once di microgreens* come baby Bibb, red-leaf, e foglie di quercia e rucola, o mesclun (circa 10 tazze)
4 tazze di spinaci baby (3 oz)
1/3 tazza di foglie di levistico*, tritate grossolanamente
1/3 tazza di cerfoglio fresco e/o foglie di aneto
1/3 tazza di foglie di dragoncello fresco
20 fiori di nasturzio biologico non trattati
Metodo:
FARE LA VINAIGRETTA:
Battere insieme aceto, senape, sale e pepe. Aggiungere l’olio in un flusso lento, sbattendo fino all’emulsione.
ROAST BEETS AND POTATOES:
Porre i rack del forno nei terzi superiori e inferiori del forno e preriscaldare il forno a 425°F.
Avvolgere le barbabietole individualmente in un foglio di alluminio e arrostire su una teglia nel terzo superiore del forno fino a quando sono tenere, 1 a 1 1/4 ore. Una volta che le barbabietole sono state arrostite per 30 minuti, buttare le patate con olio e sale in una piccola teglia e arrostire nel terzo inferiore del forno, scuotendo la teglia di tanto in tanto, finché le patate sono tenere, da 25 a 30 minuti. Srotolare con cura le barbabietole e farle raffreddare leggermente, poi toglierle e scartare le bucce.
Si può preparare l’insalata:
Tagliare le barbabietole in dadi da 1/3 di pollice e metterle in una grande insalatiera. Tagliare le patate a fette spesse 1/3 di pollice e aggiungerle alle barbabietole insieme a tutte le verdure e le erbe. Aggiungere la vinaigrette e mescolare delicatamente per ricoprire.
Spruzzare i fiori in cima e servire immediatamente.

Oppure, che ne dite di avere foglie di nasturzio nel vostro pesto?
nasturtium_pesto-2803424

Pesto di nasturzio

Da Martha Stewart

Ingredienti
2 tazze di foglie di nasturzio
1/2 tazza di fette sottili steli di nasturzio
1/2 tazza di pinoli tostati
4 spicchi d’aglio
1 tazza di olio d’oliva
1/4 tazza di parmigiano grattugiato fresco
Metodo
Portare ad ebollizione una grande pentola di acqua; preparare un bagno di acqua ghiacciata e mettere da parte. Aggiungere le foglie di nasturzio all’acqua bollente; cuocere per 10 secondi. Scolare e trasferire in un bagno di acqua ghiacciata fino al raffreddamento. Mettere le foglie, i pinoli, l’aglio e l’olio nel barattolo di un frullatore; frullare fino ad ottenere un composto omogeneo. Trasferire il composto in una ciotola media e aggiungere i gambi e il formaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *