Metoprololo succinato vs metoprololo tartrato

Disclaimer

Se avete qualsiasi domanda o preoccupazione medica, si prega di parlare con il vostro fornitore di assistenza sanitaria. Gli articoli su Health Guide sono sostenuti da ricerche peer-reviewed e informazioni tratte da società mediche e agenzie governative. Tuttavia, non sono un sostituto per la consulenza medica professionale, la diagnosi o il trattamento.

Che cosa sono il metoprololo succinato e il metoprololo tartrato?

Se hai problemi di cuore, come la pressione alta o malattie cardiache, il tuo fornitore di assistenza sanitaria potrebbe averti prescritto il metoprololo. Il metoprololo appartiene a una classe di farmaci chiamati beta-bloccanti ed è disponibile in due formulazioni principali: metoprololo succinato e metoprololo tartrato. Entrambi contengono lo stesso farmaco, ma ognuno ha un sale diverso attaccato alla molecola di metoprololo, che li fa comportare in modo diverso.

Vitali

  • Metoprololo succinato (nome commerciale Toprol XL) è una forma a lunga durata d’azione del beta-bloccante metoprololo. Metoprololo tartrato (nome commerciale Lopressor) è la forma a rilascio immediato.
  • Metoprololo succinato è approvato per il trattamento della pressione alta, dolore al petto e insufficienza cardiaca congestizia.
  • Metoprololo tartrato è approvato per l’uso nella pressione alta, dolore al petto, e infarto miocardico acuto (entro 3-10 giorni dall’evento).
  • Comuni effetti collaterali per entrambi sono vertigini, stanchezza, mancanza di respiro, depressione, bassa frequenza cardiaca (bradicardia), e bassa pressione sanguigna (ipotensione).
  • U.S. FDA Black box warning: Non interrompere bruscamente l’assunzione di metoprololo (succinato o tartrato). L’interruzione improvvisa di metoprololo può causare dolore al petto o attacco cardiaco (infarto del miocardio). Il vostro fornitore di assistenza sanitaria vi aiuterà a diminuire la dose gradualmente se è necessario interrompere il metoprololo (FDA, 2006).

Metoprololo succinato è una forma a lunga durata d’azione o a rilascio prolungato di metoprololo che si può prendere come una singola dose giornaliera. Al contrario, il metoprololo tartrato è un farmaco ad azione breve o a rilascio immediato che può influenzare il corpo entro un’ora dall’assunzione (DailyMed, 2018). Sfortunatamente, non solo agisce rapidamente, ma viene anche scomposto rapidamente – la maggior parte delle persone di solito prende il metoprololo tartrato due volte al giorno.

Anche se sia il metoprololo succinato che il metoprololo tartrato sono disponibili in forme generiche, potresti avere familiarità con i loro nomi commerciali. Lopressor è il nome commerciale del metoprololo tartrato, e Toprol XL è il nome commerciale del metoprololo succinato.

A cosa servono il metoprololo succinato e il metoprololo tartrato?

Mentre il metoprololo succinato e il metoprololo tartrato appartengono entrambi alla categoria dei farmaci beta-bloccanti, non sono necessariamente usati nello stesso modo. Entrambe le forme di metoprololo succinato e tartrato sono approvate dalla FDA per trattare la pressione alta (ipertensione) e il dolore al petto dovuto a malattie cardiache (angina pectoris). Tuttavia, differiscono nel loro uso per l’attacco di cuore (infarto miocardico) e l’insufficienza cardiaca.

Il metoprololo succinato è approvato dalla FDA per trattare l’insufficienza cardiaca stabile, sintomatica e congestizia (New York Heart Association Classe II o III) (DailyMed, 2016). Un grande studio clinico, lo studio MERIT-HF, ha dimostrato che il metoprololo succinato migliora i risultati e diminuisce il tasso di mortalità delle persone con insufficienza cardiaca (MERIT-HF, 1999).

Avvertenza

Oltre 500 farmaci generici, ciascuno a $5 al mese

Passa a Ro Pharmacy per ottenere le tue prescrizioni a soli $5 al mese ciascuno (senza assicurazione).

Per saperne di più

D’altra parte, il metoprololo tartrato NON è stato approvato dalla FDA per trattare l’insufficienza cardiaca. Tuttavia, è stato approvato per trattare le persone subito dopo un attacco di cuore certo o sospetto (infarto miocardico acuto). Il metoprololo tartrato può diminuire il rischio di morire per un attacco di cuore, soprattutto se il trattamento viene iniziato da 3 a 10 giorni dopo l’evento (DailyMed, 2016).

Alcuni operatori sanitari usano anche entrambe le forme di metoprololo “off-label” per trattare condizioni con ritmi cardiaci più veloci del normale, come la fibrillazione atriale o flutter atriale. Un altro uso “off-label” è quello di trattare la tempesta tiroidea, una condizione pericolosa per la vita in cui si hanno livelli molto più alti del normale di ormone tiroideo. Uso “off-label” significa che la FDA non ha specificamente approvato un farmaco per quello scopo particolare.

Come funzionano?

Il metoprololo, insieme ad altri beta-bloccanti, diminuisce il carico di lavoro sul cuore. Le forme succinate e tartrate di metoprololo funzionano entrambe allo stesso modo. Fermano l’epinefrina (nota anche come adrenalina) dal legarsi ai recettori beta nel muscolo cardiaco, il che si traduce in un battito cardiaco più lento. Battere più lentamente e spremere con meno forza diminuisce la forza con cui il tuo cuore deve lavorare, che a sua volta, abbassa la pressione sanguigna e migliora il dolore al petto.

Quali sono gli effetti collaterali del metoprololo succinato e del metoprololo tartrato?

Siccome entrambi i farmaci contengono la stessa medicina, il metoprololo succinato e il metoprololo tartrato hanno effetti collaterali simili. Entrambi portano la stessa “scatola nera” di avvertimento della FDA – una scatola nera richiama l’attenzione sugli avvertimenti più gravi o pericolosi per la vita di un farmaco.

Avvertenza della scatola nera per metoprololo succinato e metoprololo tartrato: Non interrompere bruscamente l’assunzione di metoprololo (succinato o tartrato). L’interruzione improvvisa di metoprololo può causare dolore al petto o attacco cardiaco (infarto del miocardio). Il vostro fornitore di assistenza sanitaria vi aiuterà a diminuire la dose gradualmente se è necessario interrompere il metoprololo (FDA, 2006).

Fortunatamente, la maggior parte degli effetti collaterali comuni sono lievi e generalmente ben tollerati. Gli effetti collaterali comuni sia del metoprololo succinato che del metoprololo tartrato sono simili. Tuttavia, la probabilità di averli varia leggermente tra le due forme del farmaco, come si può vedere nella tabella sottostante (UpToDate, n.d).

*Questa non è una lista esclusiva. Parli con il suo fornitore di assistenza sanitaria di ulteriori effetti collaterali.

Le due forme di metoprololo condividono anche gli stessi gravi effetti collaterali, tra cui:

  • Battito cardiaco lento (bradicardia): Una frequenza cardiaca troppo bassa può causare svenimenti (sincope), vertigini, dolori al petto, affaticamento e confusione.
  • Pressione sanguigna bassa (ipotensione): La pressione sanguigna che scende troppo in basso può causare vertigini, svenimenti, visione offuscata, affaticamento, respirazione superficiale, polso rapido e confusione. Una pressione sanguigna gravemente bassa è un’emergenza pericolosa per la vita. La vostra pressione sanguigna può cadere solo dopo essersi alzati da una posizione seduta o sdraiata – questo è chiamato ipotensione ortostatica.
  • Aumento di asma o malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD)
  • Mascheramento dei sintomi ipoglicemici: Metoprololo può bloccare i segnali di basso livello di zucchero nel sangue, tra cui tremore, ansia, confusione, battito cardiaco rapido (palpitazioni) e stordimento. Se gli zuccheri nel sangue sono troppo bassi per troppo tempo, può portare a convulsioni, incoscienza, e anche la morte in rari casi.
  • Blocco cardiaco: Metoprololo può causare il blocco cardiaco, che porta ad un battito cardiaco irregolare (aritmia).

Metoprololo tartrato ha l’ulteriore grave effetto collaterale di un potenziale peggioramento dell’insufficienza cardiaca. Oltre il 27% delle persone che assumono metoprololo tartrato ha notato un peggioramento dei sintomi dell’insufficienza cardiaca (DailyMed, 2018).

Questa lista non include tutti i possibili effetti collaterali e altri possono verificarsi. Chiedi consiglio al tuo farmacista o fornitore di assistenza sanitaria per ulteriori informazioni.

Quali farmaci interagiscono con il metoprololo succinato o il metoprololo tartrato?

Prima di iniziare il metoprololo succinato o il metoprololo tartrato, chiedi consiglio al medico sulle potenziali interazioni farmacologiche. I farmaci che possono interagire con entrambe le forme di metoprololo includono (DailyMed, 2018):

  • Inibitori delle monoamino ossidasi (IMAO): Questi farmaci possono aumentare gli effetti del metoprololo e possono potenzialmente aumentare gli effetti collaterali; gli esempi includono isocarbossazide, fenelzina, selegilina e tranilcipromina.
  • Inibitori del sistema CYP2D6: Poiché il sistema CYP2D6 nel fegato scompone il metoprololo, altri farmaci che interferiscono con questo sistema possono influenzare il suo metabolismo. Questo potrebbe portare a livelli più alti del normale di metoprololo in circolazione nel sangue, che aumenta il rischio di effetti collaterali. Esempi di questi farmaci includono chinidina, fluoxetina, paroxetina e propafenone: Poiché il metoprololo abbassa la frequenza cardiaca, la combinazione con altri farmaci con lo stesso effetto aumenta il rischio di avere una frequenza cardiaca molto lenta (bradicardia). Esempi includono digossina, clonidina, e i calcio-antagonisti diltiazem e verapamil.
  • Sildenafil citrato (nome commerciale Viagra) o altri inibitori della fosfodiesterasi-5 (PDE5): Metoprololo può causare più di un calo della pressione sanguigna se preso con inibitori PDE5.

L’alcol ha una potenziale interazione farmacologica con il metoprololo succinato, ma non il metoprololo tartrato. Metoprololo succinato ha un’azione a rilascio prolungato che, quando combinato con l’alcol, può non funzionare correttamente. L’alcol può accelerare l’azione del farmaco e rilasciare il metoprololo nel vostro sistema più velocemente di quanto previsto

Questa lista non include tutte le possibili interazioni farmacologiche con il metoprololo e altri possono esistere. Controllare con il vostro farmacista o fornitore di assistenza sanitaria per ulteriori informazioni.

Chi non dovrebbe usare metoprololo succinato o metoprololo tartrato?

Certi gruppi di persone dovrebbero evitare di usare metoprololo succinato o metoprololo tartrato, o usare questi farmaci con cautela. Nel complesso, questi gruppi sono gli stessi per entrambe le forme di metoprololo. Le persone con insufficienza cardiaca devono essere caute quando prendono il metoprololo tartrato a causa del potenziale di peggioramento dei sintomi. Il metoprololo succinato, anche se approvato dalla FDA per trattare l’insufficienza cardiaca, può ancora portare al peggioramento dei sintomi dell’insufficienza cardiaca se la dose viene aumentata troppo rapidamente. Altri gruppi che dovrebbero evitare o fare attenzione con il metoprololo includono (UpToDate, n.d.):

  • Persone con asma
  • Persone con diabete
  • Persone con un ritmo cardiaco lento (bradicardia) o bassa pressione sanguigna (ipotensione)
  • Donne in gravidanza o donne che allattano: Secondo la FDA, sia il metoprololo succinato che il metoprololo tartrato sono di categoria di gravidanza C – non ci sono abbastanza informazioni per determinare il rischio per la gravidanza (FDA, 2006). Anche se il metoprololo è stato misurato in piccole quantità nel latte materno, non sono stati riportati effetti avversi. Le donne e i loro operatori sanitari devono soppesare i rischi e i benefici del farmaco (FDA, 2006).
  • Persone con malattie del fegato: Se il vostro fegato non funziona normalmente, potrebbe non essere in grado di scomporre bene il metoprololo. Problemi al fegato possono causare livelli più alti del previsto di metoprololo nel corpo. Potrebbe essere necessario prendere una dose inferiore di metoprololo (DailyMed, 2018).
  • Persone con una tiroide iperattiva (ipertiroidismo): Il metoprololo può mascherare i segni di alti livelli di ormone tiroideo, come un ritmo cardiaco veloce (tachicardia), e interrompere bruscamente il farmaco può portare a una tempesta tiroidea (livelli pericolosamente alti di ormone tiroideo) (DailyMed, 2016).

Questa lista non include tutti i gruppi a rischio e altri possono esistere. Parlate con il vostro farmacista o fornitore di assistenza sanitaria per ulteriori informazioni.

Dosaggio per metoprololo succinato e metoprololo tartrato

Il metoprololo succinato è disponibile in pillole a rilascio prolungato. Il metoprololo tartrato è disponibile in compresse a rilascio immediato e come soluzione iniettabile per via endovenosa. La maggior parte dei piani assicurativi copre entrambe le forme. La seguente tabella illustra le diverse dosi disponibili dei due tipi di metoprololo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *