Noon Edition

L’odore, o olfatto, come lo chiamano gli scienziati, è un senso importante per molti pesci. Quei piccoli fori che sembrano narici sono chiamati narici. Le narici non portano alla gola come fanno le narici nei mammiferi, ma si aprono in una camera rivestita di cuscinetti sensoriali.

I sistemi olfattivi di un pesce

Non tutti i pesci muovono l’acqua dentro e fuori attraverso queste narici nello stesso modo, ma la chiave per un forte senso dell’olfatto per i pesci è la capacità di spostare rapidamente l’acqua su questi cuscinetti sensoriali.

Alcuni pesci possono raccogliere segnali chimici quando sono immobili, pompando l’acqua attraverso il loro sistema olfattivo attraverso minuscoli peli chiamati cilia.

Altri pesci possono pompare l’acqua con un movimento muscolare. Alcuni pesci, come le specie più piccole di sgombri, hanno un sistema olfattivo che richiede loro di nuotare per far muovere l’acqua attraverso le loro narici.

Quando i cuscinetti sensoriali raccolgono segnali chimici, li trasmettono al proencefalo del pesce, che interpreta il segnale e incita il pesce a rispondere in modo appropriato.

Cues chimici

Se le sostanze chimiche segnalano cibo, il pesce inseguirà il cibo. O se le sostanze chimiche segnalano un pericolo, fuggirà. Ma i pesci usano i segnali chimici in tutti i modi. Per esempio, un grande gruppo di pesci rilascia una sostanza chimica quando viene ferito che incita gli altri pesci a fuggire.

E poi ci sono i salmoni, che sono noti per un superbo senso dell’olfatto che permette loro di percepire il torrente dove sono nati, in modo che possano ritornarvi per deporre le uova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *