Perché ci sono così tante somiglianze tra Gesù Cristo e il dio egizio Horus?

Print Friendly, PDF Email

Domanda

Gramps,

Perché ci sono così tante similitudini tra Gesù Cristo e il dio egizio Horus?

Breyden

Risposta

Breyden,

Bene, diamo un’occhiata più da vicino a questo. Dato che non hai dato esempi di queste somiglianze nella tua domanda, dovrò indovinare di quali somiglianze stai parlando.

  • Forse intendi come Gesù sia nato in una mangiatoia e Horus sia nato in una palude? Beh, no. Non sembrano affatto simili. Non c’era nessun angelo, nessun pastore, nessuna stella alla nascita di Horus.
  • Forse volevi dire come Gesù fu il risultato di un parto vergine da Maria e Giuseppe mentre Horus nacque da Iside (una dea regina) e Osiride (il Dio più potente nel pantheon egiziano). Aspetta, non suona per niente simile.
  • Ti è stato detto che Horus insegnò ai saggi in un tempio all’età di 12 anni? Non esiste alcun documento antico che descriva un tale evento nella vita di Horus.

Quello che sta succedendo è che sei diventato vittima del fenomeno della “bugia ripetuta”. Questo è simile alle leggende urbane della cultura pop. Gli atei hanno cercato di indebolire la credibilità del cristianesimo indicando “miti” precedenti e paragonandoli al cristianesimo e affermando che Gesù non era diverso da tali miti. Bene, non ci sono solo problemi con questa linea di pensiero (anche se tali somiglianze esistessero davvero) ma ci sono gravi problemi con questi particolari miti di cui avete sentito parlare. Sembrano essere inventati di sana pianta. Fanno queste affermazioni di somiglianze. Ma se leggete effettivamente le antiche opere degli Egizi, queste cose non si trovano da nessuna parte. Infatti, per la maggior parte di loro, c’è una storia completamente diversa.

Alcune altre false somiglianze con la verità:

  • Gesù aveva 12 discepoli. Horus ne aveva quattro. E in una battaglia speciale ne aveva 16. L’unica cosa che questi numeri hanno in comune sono i loro fattori matematici.
  • Gesù ha camminato sull’acqua e ha cacciato i demoni. Horus ha fatto altri “miracoli” come ogni storia di “dio” dirà. Horus era considerato un dio. Ma non ha mai camminato sull’acqua o cacciato i demoni.
  • Gesù fu battezzato da Giovanni Battista. Presumibilmente Horus fu battezzato in un fiume da “Anup il Battezzatore”. Sfortunatamente per i sostenitori di questo mito, non c’è nessun personaggio chiamato Anup il Battezzatore nel mito egizio.
  • Gesù fu trasfigurato su un monte, e insegnò il sermone sul monte. Indipendentemente da quello che puoi aver sentito dire di Horus che fa lo stesso, i testi antichi dicono il contrario.
  • Gesù fu crocifisso tra due ladroni e risuscitò in tre giorni. Nessun testo antico dice nulla sulla morte di Horus nelle storie principali. C’era, tuttavia, una storia nei secoli successivi che sarebbe considerata “non canonica” nel mito egizio, secondo cui Horus fu fatto a pezzi e disperso, solo per essere raccolto da Iside. Ma è abbastanza chiaro che questo era un adattamento della storia di Osiride per coloro che volevano promuovere Horus su Osiride.
  • Gesù adempì la “legge”. Gli egiziani non avevano un parallelo con la legge ebraica di Mosè. Infatti, l’idea stessa di un codice di leggi aveva una doppia origine con Mosè e Hammurabi. Prima di allora, il concetto di legge era semplicemente la dichiarazione dei despoti dell’epoca.

Queste e molte altre cosiddette “somiglianze” sono state ampiamente sfatate. Se passate del tempo ad ascoltare persone come Bill Maher, John G. Jackson e D.M. Murdock, probabilmente vorrete prestare molta attenzione alle prove reali che offrono. Non ne offrono nessuna. Maher menziona il Libro dei Morti che è citato in modo errato. Il suo uso nel suo cosiddetto “documentario” non ha alcuna somiglianza con il vero Libro dei Morti dell’antico Egitto. Non c’è alcuna menzione di quanto sopra o di qualsiasi altra affermazione che questi tre e molti altri fanno. La maggior parte delle opere che descrivono tali somiglianze sono semplicemente opere pseudo-accademiche che mancano di fonti originali per queste affermazioni.

Anche se ci fossero state tali storie esistenti al tempo di Cristo, non c’è alcuna prova che i quattro evangelisti avrebbero avuto accesso a tali miti da prendere in prestito per creare una storia del genere. Nessuna prova suggerisce che avessero più di una conoscenza turistica della cultura egiziana.

Un’altra cosa da ricordare è che il vangelo fu insegnato ad Adamo. Egli sapeva del Salvatore e della Sua missione. Anche dal peccato di Caino, sono sorte false religioni e falsi sacerdozi per copiare il culto dell’Unico Vero Dio. Quindi, chi stava copiando chi?

Ci sono molte cose su Horus e altre divinità egizie che potrebbero in un certo senso essere considerate simili alla storia di Gesù. Ma è difficile da verificare, dato che molti degli dei del pantheon egizio furono modificati nel corso dei secoli. Alcuni avevano trame parallele. Alcuni dei furono fusi con altri dei. Alcuni erano rivendicati come divinità minori che erano soggette a divinità più anziane. Poi un secolo più tardi cambiarono i ranghi.

Tali cambiamenti avvennero anche dopo il ministero mortale del Messia che fecero sembrare il culto idolatrico egiziano simile alla “Nuova Religione” del cristianesimo. Quindi, alcune cose che si possono incontrare nella ricerca in realtà POST-DATANO Gesù Cristo. Quindi, è evidente che gli egiziani hanno cooptato il cristianesimo piuttosto che il contrario.

Credo che se si dovessero fare paragoni con gli dei egizi, sarebbe stato molto meglio paragonare Gesù a Osiride. Almeno Osiride è morto e poi è risorto. Ma quando si leggono i dettagli, si scopre che la storia complessiva non ha affatto una grande somiglianza.

E questo è proprio il problema con affermazioni come questa. Anche quando si guardano le somiglianze reali tra le storie che si trovano nei quattro vangeli, rispetto ad altri miti in tutto il mondo, le somiglianze sono molto superficiali. Naturalmente i miracoli (o “magia”) faranno parte della storia di una divinità. Questo è ciò che li rende dei. Ma qual era il messaggio? Quali erano i dettagli della storia?

Il vero significato del Vangelo di Gesù Cristo era una filosofia completamente rivoluzionaria. Quando si considera il Discorso della Montagna, non abbiamo opere precedenti che parlino dei concetti di cui parlava Gesù.

  • Ama il tuo nemico. Restituisci l’amore a coloro che ti odiano. Prega per i tuoi nemici.
  • Fai il miglio in più.
  • Guardare una donna per desiderarla è l’inizio di commettere adulterio già nel tuo cuore.
  • Il più piccolo tra voi sarà il più grande nel Regno.
  • Usa il giudizio, la misericordia e la fede in obbedienza ai comandamenti di Dio.
  • Prendi il mio giogo su di te. Perché il mio giogo è facile. E il mio fardello è leggero.
  • Se avrete fede come un granello di senape, potrete spostare le montagne.
  • Il più importante di tutti: Perché Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo Figlio Unigenito, affinché chiunque creda in lui abbia la vita eterna.

Nessun Dio in nessun altro mito che io conosca dice che un dio è morto per togliere i peccati degli uomini. E questa dottrina centrale di tutto il cristianesimo – che certamente include la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni – è ciò che separa Gesù e tutti i seguaci dalla Sua Resurrezione da qualsiasi altra storia o mito della storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *